Benefici attesi

Dalla realizzazione della nuova linea Palermo  - Catania - Messina:

Tanti i benefici attesi dalla realizzazione del nuovo itinerario, che consentirà una significativa crescita della competitività del trasporto viaggiatori su ferro.
Il nuovo collegamento veloce Palermo - Catania - Messina risponde alle esigenze di medio e lungo periodo  della domanda potenziale in termini di regolarità, frequenza e sviluppo dell’intermodalità. E’ infatti pensato per garantire:

• frequenze con caratteristiche metropolitane dei collegamenti interpolo nelle ore di punta (fino a 180 ÷ 200 treni/giorno);

• lo sviluppo di relazioni efficienti con i principali terminal del trasporto aereo, marittimo e con i nodi di interscambio gomma/ferro

Esso rappresenta la maglia portante di un sistema integrato di mobilità delle persone nazionale, regionale e metropolitano nelle aree urbane ed extraurbane e consente lo sviluppo di un efficiente sistema logistico per il trasporto delle merci.

Questi i principali vantaggi per la collettività:

• incremento della capacità infrastrutturale, dell’offerta commerciale e della qualità dei servizi ferroviari; 

• riduzione dei tempi di viaggio tra Palermo, Catania e Messina di circa 1 ora e mezza. A regime, Catania sarà raggiungibile da Palermo in 1 ora e 44 minuti  (no stop) e da Messina in 46 minuti (no stop). Ciò consentirà di migliorare l’attrattività del servizio ferroviario, con conseguente incremento della domanda;

• decongestione del traffico ferroviario;

• riduzione delle emissioni di CO2 e del rischio idraulico alle infrastrutture ferroviarie; 

• migliore accessibilità ai centri urbani di Enna e Caltanissetta;

• creazione dei presupposti per una rete integrata fra le principali infrastrutture dell’Isola (aeroporti, porti, interporti, autostrade e linee ferroviarie complementari);

• impulso allo sviluppo della piattaforma logistica per il trasporto delle merci in Sicilia. Il nuovo collegamento pone le premesse per una vera competitività del trasporto merci su ferro in termini di prestazioni rispetto alla gomma. Rende infatti possibile lo sviluppo del trasporto delle merci via ferro, garantendo la possibilità di far viaggiare treni con caratteristiche prestazionali coerenti con gli standard di un corridoio europeo e di aumentare l'attrattività del trasporto su ferro per gli operatori logistici. Saranno infatti garantiti i collegamenti diretti con i principali terminali logistici in Sicilia (Termini Imerese e Catania Bicocca) e facilitato l’accesso anche agli altri poli logistici/industriali;

• ottimizzazione dei costi di trasporto di persone e merci;

•  positive ricadute in ambito industriale, turistico, sociale e culturale legate al generale miglioramento dei servizi di trasporto.

La realizzazione dell’itinerario AV/AC Palermo - Catania - Messina costituisce una grande opportunità di rilancio per l’economia locale, anche in termini di ricaduta occupazionale.

Solo nella prima fase degli  interventi, la stima è di 1.900 maestranze/mese di cui:

• 1.700 occupati nella realizzazione diretta delle opere e nelle attività indirette ad essa collegate;

• 200 occupati nell’indotto.

Condividi:
Condividi su Google Plus