Ordinanza numero 3 Commissario Palazzo

Realizzazione Asse Palermo-Catania-Messina

Programma generale attività per il progetto ferroviario

Il Commissario

Visto il decreto-legge 18 aprile 2019, n. 32 convertito con modificazioni nella legge 14 giugno 2019, n. 55 ed, in particolare, l’art. 4 comma 1 come sostituito dal decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76 convertito con modificazioni dalla legge 11 settembre 2020, n. 120, il quale prevede l’individuazione, mediante decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, degli interventi infrastrutturali caratterizzati da un elevato grado di complessità progettuale, da una particolare difficoltà esecutiva o attuativa, da complessità delle procedure tecnico-amministrative ovvero che comportano un rilevante impatto sul tessuto socio-economico a livello nazionale, regionale o locale e la contestuale nomina di Commissari straordinari per la realizzazione degli interventi medesimi;

Vista la C.O. n. 585/AD del 10 maggio 2021, con la quale RFI S.p.A., ha emesso le Linee Guida “L’iter procedurale dei Progetti in gestione commissariale” che definiscono ruoli, responsabilità e modalità attuative, al fine di assicurare in ambito RFI il corretto svolgimento dell’iter procedurale dei Progetti affidati alla gestione dei Commissari straordinari di cui all’art. 4 della L. n. 55/2019, come modificato dal D.L. n. 76/2020 convertito dalla Legge n. 120/2020;

Visto l’art. 1 del D.P.C.M.del 16 aprile 2021, pubblicato nel sito web del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili il 4 giugno 2021 e notificato con nota del Capo di Gabinetto del medesimo Ministero in pari data, con il quale sono stati individuati nell’allegato elenco 1 allo stesso decreto, ai sensi dell’art. 4, comma 1, della legge 14 giugno 2029, n. 55, tra gli altri, la "Realizzazione Asse Palermo-Catania-Messina";

Visto l’art. 2 del sopra citato D.P.C.M., nel quale l'Ing. Filippo Palazzo, già Dirigente di RFI S.p.A., è stato nominato Commissario straordinario per gli interventi infrastrutturali individuati dall’art. 1 del medesimo decreto;

Vista la nota prot. CS.PaCt.P\21006 del 27 luglio 2021, con la quale il Commissario straordinario, in conformità a quanto previsto dall’art. 2, comma 2, del DPCM del 16 aprile 2021, ha richiesto, tra l’altro, di avvalersi del supporto di RFI S.p.A. per lo svolgimento delle attività commissariali connesse alla realizzazione delle opere di cui all’allegato 1 del DPCM citato;

Vista la nota prot. RFI-DIN\A0011\P\2021\1293 del 6 agosto 2021, con la quale RFI S.p.A. ha confermato la disponibilità a fornire il necessario supporto all’attività del Commissario, inviando a tal fine le Linee Guida “L’iter procedurale dei Progetti in gestione commissariale”, emesse da RFI S.p.A. con la C.O. n. 585/AD del 10 maggio 2021, che definiscono i ruoli, le responsabilità e le modalità attuative per assicurare il citato supporto;

Vista la nota prot. RFI-DIN-DIS.CT\A0011\P\2021\439 del 10 agosto 2021, con la quale il Referente di Progetto di RFI ha approvato il Programma generale delle attività relative alla “Realizzazione Asse Palermo-Catania-Messina” per la completa attivazione dell’intervento ferroviario;

Vista la nota del 11/08/2021, RFI-DIN-DIS\A0011\P\2021\0000031, con la quale il Direttore Investimenti Area Sud di RFI ha trasmesso al Commissario il Programma generale delle attività da porre in essere per l’intervento sopra citato di cui all’art. 1 del D.P.C.M. del 16 aprile 2021, così come previsto dalla C.O. n. 585/AD del 10 maggio 2021, per la relativa approvazione; con la suddetta nota è stato precisato che per tutti i lotti funzionali sui quali occorre ancora dar corso all’avvio della procedura ambientale, i cronoprogrammi considerano le tempistiche massime di cui agli artt. 23, 24 e 25 del D.Lgs. 152/2006 come modificati dal DL. 77/2021 convertito con modificazioni nella L. 108/2021, dimezzate in forza di quanto disposto dall’art. 4, comma 2, della L. 55/2019 e s.m.i. E’ inoltre stato precisato che i cronoprogrammi sono stati redatti tenendo conto di quanto disposto dal comma 1-bis, art. 44 della citata L. 108/2021;

Considerato che nel suddetto Programma sono individuate le principali milestone relative alle attività di progettazione, alle attività negoziali, all’esecuzioni lavori, fino alla messa in esercizio degli interventi e che il rispetto di talune scadenze temporali ivi fissate costituisce presupposto indefettibile per raggiungere l’obiettivo di procedere all’affidamento in appalto dei lavori di taluni interventi entro l’anno 2022;

Considerato che il Commissario deve, in base a quanto previsto all’art. 3 del D.P.C.M. del 16 aprile 2021, comunicare alla Direzione generale per il trasporto e le infrastrutture ferroviarie del Ministero delle infrastrutture e mobilità sostenibili il cronoprogramma delle attività degli interventi finanziati e segnalare circostanze sopravvenute che impediscano la realizzazione totale o parziale dell’opera.

DISPONE

è approvato il Programma generale delle attività da porre in essere per la "Realizzazione Asse Palermo-Catania-Messina", come indicate nel gantt allegato alla presente Ordinanza per costituirne parte integrante.

Tale Programma costituirà la base per segnalare, secondo quanto previsto al comma 3 dell’art. 3 del D.P.C.M. del 16 aprile 2021, eventuali anomalie e significativi scostamenti rispetto ai termini ivi fissati per l’espletamento delle attività medesime.

* * *

La presente Ordinanza è pubblicata sulle pagine del sito internet del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili e FS Italiane dedicate alle opere commissariate.

Il Commissario straordinario

Filippo Palazzo

CONDIVIDI:
Condividi su Google Plus