Ordinanza numero 15 Commissario Palazzo

“Realizzazione asse ferroviario Palermo – Catania – Messina”

Nuovo collegamento Palermo – Catania

Lotto 5: Dittaino - Catenanuova

(CUP J11H03000180001)

 

Il Commissario

- VISTO il vigente aggiornamento 2020/2021 del Contratto di Programma 2017 – 2021, parte investimenti su cui il CIPESS ha espresso parere positivo con delibera n. 45 del 27 luglio 2021, pubblicata nella G.U. n. 275 del 18 novembre 2021, lo stesso si considera efficace per quanto disposto dall’art. 73-ter del Decreto-legge n. 73/2021 convertito in legge con modificazioni con la Legge n. 106/2021;

- VISTO il DPCM del 16 aprile 2021 – pubblicato nel sito web del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili in data 4 giugno 2021 e notificato con nota del Capo del Gabinetto del medesimo Ministero in pari data – con il quale è stato nominato l’Ing. Filippo Palazzo, già dirigente di RFI S.p.A., Commissario straordinario per la “Linea Palermo – Trapani via Milo” e la “Realizzazione asse Palermo – Catania – Messina”, ai sensi dell’art. 4, comma 1, della legge 14 giugno 2019, n. 55;

- VISTA l’Ordinanza n. 1 del 6 agosto 2021, con la quale il Commissario ha adottato le disposizioni organizzative aventi a riferimento la “Linea Palermo-Trapani Via Milo” e la “Realizzazione Asse Palermo-Catania-Messina” da attuarsi secondo l’iter procedurale di cui alle Linee Guida emesse con la C.O. n. 585/AD di RFI S.p.A. del 10 maggio 2021, sostituita dalla C.O. n. 600/AD del 14 ottobre 2021;

- VISTA l’Ordinanza n. 3 dell’11 agosto 2021, con la quale il Commissario ha approvato il Programma generale delle attività da attuare per la “Realizzazione Asse Palermo-Catania- Messina”;

- VISTO il Decreto Legislativo 18 aprile 2016, n. 50 e s.m.i. (G.U. 91/2016) di attuazione delle direttive 2014/23/UE e 2014 /25 UE concernente l’aggiudicazione dei contratti di concessione, gli appalti pubblici e le procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali nonché per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture;

- Vista l’Ordinanza n. 13 del 18 marzo 2022 pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – Foglio delle inserzioni n. 38 del 02 aprile 2022, con la quale il Commissario ha approvato il Progetto definitivo del “Nuovo collegamento Palermo – Catania - Lotto 5: Dittaino - Catenanuova” della “Realizzazione Asse Palermo-Catania-Messina”, a seguito della nota RFI-DIN-DIS/A0011/P /2021/00123 del 18 marzo 2022, con la quale il Responsabile della Direzione Investimenti Area Sud di RFI S.p.A., al termine della procedura interna di RFI descritta nella C.O. n. 585/AD del 10 maggio 2021 aggiornata dalla C.O. n. 600/AD del 14 ottobre 2021, ha trasmesso la documentazione istruttoria per consentire l’approvazione da parte del Commissario del progetto definitivo del “Nuovo collegamento Palermo – Catania: Lotto 5: Dittaino - Catenanuova”;

- VISTA la Delibera RFI del 28/01/2022 prot. RFI-DTC\A0007\P\2022\0000140, che ha approvato le tariffe dei prezzi 2022 entrate in vigore il 28 gennaio 2022, le quali tengono conto degli aumenti eccezionali dei prezzi di alcuni materiali da costruzione significativi così come registrati nel Decreto del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili dell’11 novembre 2021 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 279 del 23 novembre 2021 recante “Rilevazione delle variazioni percentuali, in aumento o in diminuzione, superiori all'8 per cento, verificatesi nel primo semestre dell'anno 2021, dei singoli prezzi dei materiali da costruzione più significativi”;

- CONSIDERATO che RFI Spa, nella qualità di Stazione Appaltante, successivamente alla approvazione del progetto definitivo, ha autonomamente deciso di adottare un “Aggiornamento prezzi dell’edizione 2022 delle Tariffe RFI” per tener conto degli ulteriori aumenti dei prezzi di alcuni materiali da costruzione approvati dalla Commissione consultiva centrale per il rilevamento del costo dei materiali da costruzione - di cui al Decreto del Ministro delle Infrastrutture n. 14347 del 6/11/2007 - nella seduta del 4 aprile 2022;

- VISTA la nota CS.PaCt.P\22013 data 06 aprile 2022 con al quale il Commissario, informato nelle vie brevi della necessità di provvedere alla rielaborazione del quadro economico (QE) del lotto 5 a seguito di quanto riportato nel precedente “CONSIDERATO”, ha richiesto la formale dichiarazione di RFI che nella qualità di stazione Appaltante ha previsto tutte le azioni e le clausole contrattuali che garantiscono i tempi di ultimazione secondo quanto dettato dal PNRR e che è garantito anche l’inizio dei lavori del lotto 5 entro il termine previsto dalla norma transitoria del decreto interministeriale 17 gennaio 2018, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 42 del 20 febbraio 2018, per l'utilizzo delle Norme Tecniche di Costruzione (NTC) edizione 2008 con le quali è stato elaborato il progetto definitivo da porre a base di gara;

- VISTA la Delibera RFI del 8 aprile 2022 di “Aggiornamento delle Tariffe 2022 di RFI” per tener conto degli ulteriori aumenti dei prezzi di alcuni materiali da costruzione approvati dalla Commissione consultiva centrale per il rilevamento del costo dei materiali da costruzione - di cui al Decreto del Ministro delle Infrastrutture n. 14347 del 6/11/2007 - nella seduta del 4 aprile 2022;

- CONSIDERATO che alla data del 08 aprile 2022 non era ancora stato pubblicato il bando con cui si indice la procedura di scelta del contraente del lotto in oggetto;

- VISTA la nota RFI-DIN-DIS/A0011/P/2022/00155 del 21 aprile 2022, con la quale il Responsabile della Direzione Investimenti Area Sud di RFI S.p.A., al termine della procedura interna di RFI descritta nella C.O. n. 585/AD del 10 maggio 2021 aggiornata dalla C.O. n. 600/AD del 14 ottobre 2021, ha trasmesso la documentazione istruttoria per dare evidenza al Commissario dell’ulteriore aggiornamento del Quadro Economico (QE) alle suddette Tariffe RFI 2022 aggiornate ad aprile 2022 del “Nuovo collegamento Palermo – Catania: Lotto 5: Dittaino - Catenanuova”.

P R E N D E A T T O

delle risultanze dell’istruttoria di RFI Spa trasmessa dal Responsabile della Direzione Investimenti Area Sud di RFI S.p.A., in particolare:

sotto l’aspetto finanziario:

- che il costo complessivo dell’opera, come da QE contenuto nell’Istruttoria di RFI, è pari a complessivi 687,45 milioni di euro, al netto dell’IVA, e risulta incrementato di 49,01 milioni di euro rispetto all’importo di 638,44 milioni di euro indicato nell’ordinanza n. 13/2022;

- che il nuovo costo dell’opera pari a 687,45 milioni di euro è coperto finanziariamente nell’ambito delle risorse previste nel vigente aggiornamento 2020-2021 al Contratto di Programma 2017-2021 Parte Investimenti, che recepisce il PNRR, nel quale rientra l’intervento in questione, “Nuovo collegamento Palermo-Catania 1a macrofase”, incluso nella tabella A “Portafoglio Investimenti in Corso e Programmatici”, subtabella A08 “Interventi prioritari ferrovie – direttrici di interesse nazionale”, alla riga 0275A, con costo e risorse pari a 5.608,8 milioni di euro.

RACCOMANDA

- di procedere con la massima urgenza alla pubblicazione del bando di gara con cui si indice la procedura di scelta del contraente del lotto in oggetto al fine di giungere al completamento delle opere entro giugno 2026 ed all’inizio dei lavori entro il termine previsto dalla norma transitoria del decreto interministeriale 17 gennaio 2018, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 42 del 20 febbraio 2018, per l'utilizzo delle NTC 2008 con le quali è stato elaborato il progetto definitivo da porre a base di gara;

- di effettuare tutte le azioni necessarie per richiedere l’integrazione del finanziamento complessivo del Nuovo collegamento Palermo – Catania (CUP J11H03000180001), prima macro-fase, conseguente ai maggiori costi a vita intera del presente lotto e dei rimanenti lotti ancora non appaltati dovuti al nuovo livello tariffario.

***

La presente Ordinanza è pubblicata nelle pagine del sito internet del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili e di FS Italiane dedicate all’opera commissariata.

 

Il Commissario straordinario

ing. Filippo Palazzo

CONDIVIDI:
Condividi su Google Plus