Telediagnostica

La tecnologia di diagnostica "a distanza" applicata alla gestione della manutenzione dinamica e predittiva (Dynamic Maintenance Management System)

 

Trenitalia e SAP hanno lavorato a un sistema di manutenzione predittiva per i treni che sfrutta i principi dell’Internet of Things, l'interconnessione tra oggetti reali che comunicano tra loro, accedono a informazioni o trasmettono dati tramite connettività, software e sensori. L’innovativo processo si basa sulla piattaforma SAP Hana, che consente l’elaborazione dinamica di big data grazie ai numerosi sensori presenti sui nuovi treni. L’anomalia o il termine del ciclo di vita di un componente vengono segnalati in anticipo, trasformando completamente il modo di gestire la manutenzione, rendendola da reattiva a predittiva.

Il sistema di diagnostica "a distanza" di ultima generazione, applicato nella fase inziale ai treni ad alta velocità, è stato esteso anche ai treni regionali Jazz al fine di diminuire guasti e avarie durante il servizio e ridurre i costi di manutenzione, a vantaggio dei milioni di pendolari che ogni giorno scelgono il treno per i loro spostamenti. Tra i primi significativi risultati  è stato riscontrato un forte abbattimento delle cancellazioni di corse regionali per problemi tecnici. Nel primo semestre 2016 le cancellazioni hanno interessato l’1% delle corse programmate, e solo lo 0,4% per cause imputabili a Trenitalia. L’indice si è più che dimezzato nel giro di soli due anni.

Il nuovo modello di manutenzione si avvantaggia di informazioni diagnostiche real time provenienti dai convogli che compongono la flotta dei treni Jazz. Appositi cruscotti consentono di monitorare l’andamento complessivo della flotta e dei singoli treni durante il servizio e segnalare, appunto in tempo reale, lo stato delle apparecchiature di bordo e il possibile insorgere di eventuali avarie o criticità.

Il sistema di telediagnostica sperimentato da Trenitalia, attivo sulle locomotive E464 e su tutti i Jazz che viaggiano in diverse regioni italiane, è  il primo significativo step in direzione di una manutenzione dinamica e predittiva (Dynamic Maintenance Management System). Costituisce, infatti, il passaggio cruciale verso un’attività di tipo innovativo basata principalmente su analisi predittive e on condition.

Infatti, nelle successive fasi del progetto saranno disponibili avanzati sistemi diagnostici di terra, funzioni evolute per il calcolo dell’usura dei componenti, algoritmi predittivi per identificare eventuali malfunzionamenti e strumenti di ottimizzazione della pianificazione necessari per svolgere un servizio che risponda sempre più alle richieste dei pendolari di tutta Italia.

In programma c'è l'estensione dell''istallazione del sistema di telediagnostica all'intera flotta regionale. 

Attività di sviluppo

È in corso, in collaborazione col Politecnico di Milano, la sperimentazione del sistema di “diagnostica light”, per la verifica della qualità dell’interazione treno - binario, in grado di collegarsi ad un posto centrale per comunicare in tempo reale i rilievi e gli allarmi per il superamento di determinate soglie, che possono manifestare problemi a bordo del treno stesso o a terra.

Per approfondire

Condividi:
Condividi su Linkedin